ORGANO INZOLI (BONIZZI) 1946 – DOLFINI 1996

Organo costruito nel 1946 con materiale non di pregio ma pur sempre valido.
La comunità del paese, nonostante  fosse appena terminata la guerra, voleva avere il suo organo e cosi si commissionò  questo strumento.
L’organo è discretamente funzionante ma non vanta particolari pregi fonici.
Interessante la potenza del Subbasso 16’.
Consolle a due manuali di tasti 61, pedaliera a raggera di pedali 30.
Sistema di trasmissione elettropneumatico. L’elettrificazione risale al 1996.
Lo strumento è dotato di combinazioni fisse, staffa dell’espressione e unioni.
Attualmente usato ogni messa prefestiva. Manutenzione ordinaria eseguita dalla ditta Micheli a inizio 2015.

Registri a placchetta:

G.O. O.E. Pedale
Principale 8’ Viola 8’ Subbasso 16’
Dulciana 8’ Bordone 8’ Basso 8’
Flauto 8’ Coro viole Unione t.p.
Voce umana Flauto 4’
Ottava 4’ Predisposto ripieno 3 file.
XV Oboe combinato.
Ripieno

Scheda dal libro di don Lino Leali, Damiano Rossi e Guglielmo Ughini “Gli organi del Mantovano”