ORGANO LINGIARDI 1870 OP 160

Organo costruito nel 1870 dai F.lli Lingiardi, op. 160.
È collocato in cassa organaria ad unico scomparto sopra il portale d’ingresso.
Restaurato (1982-83) dall’organaro mantovano Domenico Vergine, lo strumento conserva le caratteristiche originarie.
Unica tastiera di tasti n. 58 (Do-La), divo B.S. Si3-D03.
Pedaliera a leggìo di pedali n. 17 (Do-Mi) ma attualmente non presente sullo strumento .
Sistema di trasmissione meccanico, alimentazione mantici con elettroventilatore.

Registri (comandi a manette in doppia fila):

Terza mano
Voce umana
Ottavino s.
Flauto 8’s
Viola 4’b
Tromba 8’s
Fagotto 8’ b.
Violoncello 16’ s
Cornetta s.
Principale 8’b
Principale 8’ s
Ottava 4’b
Ottava 4’s
Duodecima
Decimaquinta
Decimanona
Due di ripieno
Tre di ripieno
Contrabbasso 16’

Pedaletti: Tiratutti, Preparati, Terza mano. Alla base della pedaliera tre pedaletti di richiamo: Ottavino, Tromba, Violoncello.

Scheda dal libro di don Lino Leali, Damiano Rossi e Guglielmo Ughini “Gli organi del Mantovano”